BASKETNEWSSERIE MINORI BASKET

Del Fes arrendevole e banale, Taranto passeggia e vince 61-85

Pessima prestazione di Avellino che di fronte al suo pubblico perde contro Taranto

Continua a deludere la Del Fes Avellino, protagonista di un’altra brutta prestazione. Niente da salvare per gli irpini, capaci di segnare in ognuno dei primi tre quarti solamente 12, 12 e 11 punti. Dalla sua Taranto si fa forte di un’incredibile serata al tiro da 3 punti (11/16) e di un Conti da ben 32 punti, frutto anche degli errori difensivi avellinesi. Tantissimi, troppi, gli errori tecnici banali, dai passaggi sbagliati ai semplici appoggi a tabella in contropiede. Oltre alle grane tecniche si aggiunge anche l’infortunio al volto di Hassan, uscito dal campo in barella. Avellino appare una squadra capace di esprimere un buon gioco solamente a sprazzi, dimostrandosi estremamente arrendevole e debole anche sul lato mentale. Il responso dopo queste prime quattro giornate è negativo, il dovere categorico contro Ragusa domenica prossima alle 18 è di invertire questa tendenza. Di seguito la cronaca e il tabellino del match.

Primo tempo

I biancoverdi partono con lo stesso quintetto dell’ultima partita: Basile, Marra, Hassan, Spizzichini e D’Andrea. Quest’ultimo va subito a segno appoggiando al volo una bella alzata di Spizzichini dal post. Per Taranto il primo ad aggiornare il tabellino è Conti, con una tripla. Ritmi molto alti ad inizio gara: Marra e Spizzichini segnano dalla media distanza, mentre Erkmaa buca la retina da dietro l’arco (6-6 al 4′). Hassan sblocca i suoi da 3 ma Taranto si rimette immediatamente avanti con un piazzato di Ponziani, trovato da Erkmaa in no-look (9-10 al 5′). Avellino si affida spesso al gioco sotto canestro di Spizzichini, che non riesce però a superare la marcatura difensiva. I pugliesi approfittano degli errori irpini e cercano l’allungo con un’altra tripla di Erkmaa (11-15 al 7′). La Del Fes non va più a segno se non con un tiro libero: un ennesimo canestro di Erkmaa conclude il quarto per 12-17.

Spizzichini apre la seconda frazione con un appoggio a tabella, a cui segue però la tripla di Carone. La Del Fes difende a zona, lasciando spesso molto spazio sul perimetro. Taranto continua così a bombardare da dietro l’arco, due volte con Conti (16-26 al 14′). Gli irpini cercano di rispondere con un paio di canestri della coppia Spizzichini- Mavric, ma la CJ da 3 è semplicemente irreale, questa volta ad andare a segno è Ponziani (7/8 da 3 di squadra per Taranto al 17′ !). Avellino in attacco non riesce a sbloccarsi e oltre al danno arriva la beffa: Conti va in contropiede e Hassan cerca lo sfondamento, l’irpino a giudizio dell’arbitro commette fallo ma si fa male, subendo un brutto colpo al volto che lo lascia dolorante sul parquet per vari minuti. Si rende necessario l’intervento dello staff medico e l’utilizzo di una barella per portare Hassan negli spogliatoi. Il primo tempo si conclude quindi sul punteggio di 24-41 in favore degli ospiti.

Secondo tempo

Agbogan difende aggressivamente e dopo nemmeno due secondi dall’inizio del terzo quarto ruba palla, servendo Basile sotto canestro in contropiede. Il play irpino subisce fallo antisportivo e un forte colpo in testa, che lo costringono al cambio, mandando Cepic alla lunetta che fa 0/2. Nell’azione che segue è bravo Agbogan a segnare dall’arco. Taranto continua però con la sua incredibile serata dai 6.75 m: Conti torna a bucare la retina, e lo stesso fa Erkmaa, aiutandosi fortunosamente con la tabella. La Del Fes cerca di rispondere con un paio di conclusioni di Agbogan e Marra, ma il ritmo offensivo dei pugliesi è di un’altra categoria. Klanskis mette il canestro che vale un pesantissimo +22 (31-53 al 24′). I biancoverdi perdono fiducia e si innervosiscono, commettendo spesso falli e sbagliando continuamente negli 1 contro 1 in attacco, sprofondando al 28′ sul -27. Con una piccola reazione di orgoglio, Avellino infila un 8-0 di parziale frutto di due triple di Basile e Marra e di un piazzato di Mavric. Il terzo quarto termina con il punteggio di 45-64.

L’ultima frazione inizia con due banali palle perse di Mavric e Basile, sbagliando entrambi non di poco il passaggio. Avellino continua con la sua difesa aggressiva che spesso però non viene sfruttata: da un facile contropiede per il -16, il passaggio sbagliato di Agbogan vale la palla recuperata da Taranto e il nuovo +20 ospite. Basile torna a subire un colpo al volto, rimanendo a terra per qualche istante, nulla di grave per lui. Il resto del periodo è di puro garbage time, con i ritmi che si abbassano del tutto. La partita si conclude con il punteggio di

Del Fes Avellino: Basile 4, Spizzichini 18, Venga 2, Cepic 2, Marra 10, Agbogan 5, Hassan 5, Mavric 13, Zavstavnyy NE, D’Andrea 2  allenatore Robustelli

CJ Basket Taranto: Porcelluzzi, Ponziani 17, Klanskis 5, Diomede 5, Carone 3, Sergio 3, Conti 32, Cianci NE, Erkmaa 15, Gambarota 5  allenatore Olive

Articoli correlati

Back to top button